Per la CasaPer la Partita IVAOpzioni e ServiziAssistenza
Wind print logo

Infostrada Ricorda luglio 2016

Infostrada Ricorda

Come pagare

La fatturazione è bimestrale e parte dalla data effettiva di attivazione del servizio. Puoi pagare con carta di credito, addebito su conto corrente bancario o con bollettino postale; per quest'ultimo è previsto un contributo una tantum pari a 16,13 euro (20 euro per le offerte con P.IVA). Il titolare della carta di credito o del conto corrente deve essere la stessa persona intestataria dell’abbonamento Infostrada.

Sei cliente di un altro operatore telefonico e vuoi passare a Infostrada?

Da oggi puoi dire addio per sempre al tuo vecchio operatore telefonico e scegliere di risparmiare con Infostrada. Chiedi subito al tuo attuale operatore il codice di migrazione o il codice segreto dei servizi attivi sulla tua linea telefonica che ti servirà in fase di abbonamento e poi verifica la copertura nella pagina del prodotto Infostrada che hai scelto. Per saperne di più

Durata del contratto e condizioni per recedere

Il contratto ha durata di 24 mesi (12 mesi in caso di offerte per la Partita IVA) dalla data di attivazione del Servizio, se non diversamente previsto nelle specifiche condizioni dell'offerta, e successivamente si rinnoverà tacitamente a tempo indeterminato. In qualsiasi momento potrà recedere dal contratto con comunicazione scritta da inviarsi, con lettera raccomandata A.R. e preavviso di almeno 30 giorni a: WIND Telecomunicazioni S.p.A. – Servizio Disdette - Casella Postale 14155 - Ufficio Postale Milano 65 - 20152 Milano MI. La richiesta di recesso deve essere accompagnata da un documento d’identità valido. 
E’ necessario indicare se s’intende o meno riattivare il servizio con Telecom Italia. In mancanza, la richiesta stessa sarà ritenuta non conforme e non si potrà procedere alla disattivazione del servizio con Infostrada. La riattivazione con Telecom Italia sarà possibile comunque solo a condizione che in passato la numerazione sia appartenuta a Telecom Italia stessa, quindi non in caso di nuove linee telefoniche.
In caso di cessazione del servizio, è previsto un contributo una tantum di disattivazione di importo massimo pari a 65 euro, pari ai costi di disattivazione sostenuti da Infostrada, come indicato nelle condizioni contrattuali (per tutti i dettagli). 
La richiesta di recesso verrà soddisfatta nel termine di 30 giorni dal ricevimento della stessa da parte di Infostrada, salvo il verificarsi di eventuali problemi tecnici. Nel frattempo per garantire la continuità del servizio telefonico, quest’ultimo continuerà a rimanere attivo con Infostrada, fino all’evasione della richiesta di recesso, in conformità coi tempi e con le procedure stabiliti dalla normativa. Infostrada emetterà fattura relativamente agli importi connessi alla fornitura dei servizi telefonici erogati successivamente al ricevimento della richiesta di recesso e fino alla loro effettiva disattivazione.
Il servizio di comodato o locazione degli apparati e le opzioni che prevedano comunque degli apparati in comodato o locazione nell’offerta, hanno una durata di 24 mesi, rinnovati tacitamente per ulteriori periodi di 12 mesi. Per gli Apparati che consentono l’accesso e la fruizione dei Servizi Internet in ADSL o in Fibra Ottica FTTC o dei Servizi di Telefonia su IP in caso di disattivazione del Servizio o richiesta di cessazione anticipata del comodato o locazione, il Cliente si impegna sin d’ora ad acquistare l’Apparato alle seguenti condizioni: se la disattivazione o la cessazione avviene entro 24 mesi dalla consegna degli Apparati, verrà applicato un corrispettivo pari a 40 euro in caso di Apparati Base e di 100 euro in caso di Apparati Premium; se la disattivazione o cessazione avviene dopo 24 mesi dalla consegna, sarà applicato un corrispettivo pari a 1 euro sia per gli Apparati Base che per gli Apparati Premium. Per gli Apparati che consentono l’accesso e la fruizione dei Servizi Internet in tecnologia Fibra Ottica FTTH, in caso di disattivazione del Servizio, il Cliente è sempre tenuto alla restituzione dell’Apparato inviandolo a proprie spese all’indirizzo di seguito indicato: WIND Telecomunicazioni S.p.A., presso CEVA Logistics, “Disattivazione”, Via dell’Informatica, 11, 00040 Santa Palomba - Pomezia (RM). La mancata restituzione dell’Apparato entro 30 giorni dalla richiesta di disattivazione del Servizio sarà intesa come manifestazione di volontà del Cliente di acquistare l’Apparato. In questo caso, WIND addebiterà un corrispettivo pari a 120 euro per l’acquisto dell’Apparato.

Velocità ADSL

Le velocità di navigazione citate nelle varie offerte sono le massime, quelle effettive dipendono dalla capacità dei server a cui si è collegati, dal livello di affollamento della rete, dalla capacità tecnica della linea (verificata successivamente all'attivazione del servizio) e dallo stato del PC utente. 
La velocità di 20 Mega è inoltre vincolata all'utilizzo di router ADSL compatibili con lo standard ADSL2+ e alla qualità della linea telefonica.
Infostrada, inoltre, potrà adottare particolari pratiche di cd. traffic shaping con finalità puramente tecniche di controllo della congestione e di ottimizzazione dell’uso della rete, all’unico scopo di garantire un servizio uniforme ed omogeneo agli utenti Infostrada sulla linea ADSL.
Le ricordiamo che se ha scelto l’offerta Free o Light dovrà disconnettere e disattivare il modem ADSL ogni volta che termina il collegamento a Internet. In particolare se ha un modem/router Ethernet dovrà spegnerlo dall’interruttore o togliere l’alimentazione. Se non disconnette o spegne l'apparecchio come descritto, la connessione rimane attiva e il servizio continua ad essere fatturato: nel caso del modem/router Ethernet, anche se il computer è spento.

Misurazioni e obiettivi (Del.Agcom 244/08/CSP)

Le velocità di navigazione in internet dipende da molteplici e variabili fattori tecnici quali la distanza della rete di accesso che separa la sede del Cliente dalla centrale cui è attestata la linea telefonica, il livello di congestione della rete Internet, i server dei siti web cui il Cliente si collega e le caratteristiche del modem e del computer in dotazione. La velocità di trasmissione è fino a 20 Mbps in download e fino a 1 Mbps in upload. Ai sensi dell'art.7, comma 4, della delibera AGCom 244/08/CSP il valore della velocità minima di trasmissione in download del servizio è di 6,4 Mbps. Il suddetto valore deriva da misurazioni effettuate nel 2° semestre 2012 su linee* che distano tra 1000 e 1500 mt. dalla centrale. Si precisa che detto valore si riferisce a un utilizzo esclusivo della connessione ADSL per accesso a Internet senza il contemporaneo utilizzo dei servizi Voip o IPTV. In ogni caso il valore della velocità minima di trasmissione in download che rappresenta il valore obiettivo su cui Telecom Italia si impegna contrattualmente è fissato in 2,1 Mbps. Per le linee ubicate nelle aree incluse nel Progetto anti digital divide (vedi sul sito www.telecomitalia.it nella sezione Info Consumatori-Progetto anti digital divide l'elenco dei comuni con velocità nominale di trasmissione di 640 Kbps in download e 256 Kbps in upload) l'impegno contrattuale è fissato in 300 Kbps in download e 100Kbps in upload.

Per dettagli si vedano le condizioni contrattuali.

*Trattasi di linee ubicate nelle seguenti regioni: Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Veneto e Valle d'Aosta.
Nei prossimi mesi le misurazioni saranno progressivamente estese nelle altre regioni.

Tutti i prezzi si intendono IVA inclusa.